I monologhi delle ascelle. Ascelle nella storia. Dicotomia del pudore.

Il secondo dei miei monologhi pubblicato sulla 27esimaora accompagnato dai meravigliosi disegni di Ilaria Urbinati.

“La prima spudorata è stata lei, Eva. Cosa te ne fai di una foglia di fico lì se poi ti sbracci per cogliere una mela. Infatti, se ci pensate bene, la prima vera ascella esibita con l’intento di scandalizzare è stata la sua, rivelando in quel semplice gesto tutti i segreti della tattica femminile in fatto di conquista. Da una parte mi copro per non sembrare scostumata, dall’altra ti attiro con armi più subdole come i ferormoni che le mie ghiandole, d’accordo con il mio orologio biologico, secernono. Bene, da lì in poi la storia dell’appetibilità sessuale l’hanno scritta le ascelle e il controverso senso del pudore a esse collegato.”

Lo trovi per intero qui

Disegni Ilaria Urbinati

Disegni Ilaria Urbinati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...